logovert

Cultura e coltura

L’idea di rispetto ambientale realizzata attraverso le opere di bioarchitettura non si limita alla salvaguardia di specie vegetali o animali, ma considera l’ambiente nel suo complesso di territorio, flora, fauna e persone che lo popolano, lo vivono, lo modificano.

Le persone 
Tra i collaboratori Dello Scompiglio trovano spazio persone con esperienze diverse e giovani che possono crescere e formarsi con il Progetto e a loro volta svilupparlo e trasformarlo.
In ogni contratto di lavoro, prestazione d’opera o appalto è sempre contenuto l’articolo “rispetto per l’ambiente” con il duplice intento di tutelare la terra che ci ospita e di mantenere attiva una ricerca che trova il suo senso nell’evoluzione continua.

Della flora e della fauna  
Nelle aree di monte, per dare spazio ad alberi e arbusti tipici, si sostituiscono le specie infestanti o a fine ciclo vegetativo con l’ausilio di boscaioli esperti e di un tree climber. Nelle zone storicamente adibite a coltivazioni sono state recuperate le vecchie destinazioni, liberando uliveti e vigneti dai rovi e dall’incuria. Le specie tipiche o rare sono tutelate e lasciate libere di crescere dove si sono sviluppate spontaneamente durante gli anni di abbandono; specie endemiche comuni vengono allevate e reimpiantate nelle zone pulite dai rovi. Una vasta area che dal Parco si espande attraverso la Collina dell’Uccelliera e il bosco, abbracciando ambienti e forme diverse in un unico giardino, è il fulcro di un piano per la rigenerazione e lo sviluppo dell’identità paesaggistica e della biodiversità ambientale.

Azienda agricola  
Si ispira ai principi dell’agricoltura biologica. La terra è concepita come un organismo complesso con il quale collaborare e non come una risorsa da sfruttare. L’orto Dello Scompiglio nasce nel 2007, con l’idea di una produzione sostenibile incentrata sul rispetto dell’equilibrio del suolo e dell’ambiente, con ortaggi per lo più appartenenti a varietà antiche, tipiche e locali.
Nelle vigne nuove - vigne basse e vigne alte - sono state impiantate viti ricavate dalla vigna Madre o syrah, che viene coltivato in lucchesia dal 1600. Il vino che se ne ricava rispecchia il territorio e il clima dell’annata che lo hanno generato. I vecchi olivi sono stati in parte recuperati e condividono lo spazio con altre piante, principalmente ciliegi ed eriche, che negli anni di abbandono si sono sviluppate all’interno degli uliveti.

Cucina Dello Scompiglio  
Unendo tradizione e innovazione, la Cucina propone piatti legati alle produzioni ortofrutticole stagionali della Tenuta e del territorio, con particolare attenzione per i piatti vegetariani.

Verdure e frutta di stagione, appartenenti per lo più a varietà locali, fiori spontanei, erbe “dimenticate” vengono ogni giorno selezionate ed esaltate nelle loro caratteristiche organolettiche dall’uso di metodi di cottura e tecniche di lavorazione sia antiche, sia supportate dall’utilizzo di tecnologie e soluzioni contemporanee. Il lavoro sulle materie prime si svolge sempre nel rispetto della storia in cui è nato e si è sviluppato l’impiego di ciascun ingrediente. La cultura gastronomica locale genera in questo modo esiti inaspettati, ma allo stesso tempo connessi alla tradizione. Questa attività di sperimentazione continua tocca anche l’ambito artistico e si esprime in particolare nella libera reinterpretazione di alcuni dei progetti portati avanti dalla Associazione Culturale Dello Scompiglio. Ciò dà vita a menù speciali degustabili in periodi limitati di tempo e allestimenti culinari legati a produzioni teatrali specifiche.

Associazione Culturale  
L’attività performatica ed espositiva e gli spazi esterni ed interni sono in costante dialogo e si influenzano a vicenda: ogni luogo può diventare spazio scenico ed ogni luogo è influenzato dall’attività artistica. Anche lo SPE - Spazio Performatico ed Espositivo, costruito secondo le tecniche della bioarchitettura e della bioedilizia, prosegue la riflessione sul rapporto fra interno ed esterno, esaltando l’assenza di influenza dell’esterno. Gli artisti, attraverso un periodo di residenza propedeutico alla creazione della propria opera, hanno la possibilità di immergersi nella vita della Tenuta ed istaurare un dialogo con il luogo e i suoi collaboratori e attività.

 

TENUTA DELLO SCOMPIGLIO 
Cucina +39 0583 971473      Associazione +39 0583 971475      SPE +39 0583 971125
Terra e Foresta +39 338 7884066   

via di Vorno 67   55012 Vorno, Capannori (LU)

©2020 - Privacy e Cookie Policy