logovert

Cerca nel sito

SPE - SPAZIO PERFORMATICO ED ESPOSITIVO   ORE 21.00

1 OTTOBRE 2016

Birds & Nymphs

Nicola Sani  till I end my song  2016
per percussione concertante, flauto, clarinetto, violino, violoncello e pianoforte
prima esecuzione assoluta

Peter Maxwell Davies  Eight Songs for a Mad King  1969
per voce maschile ed ensemble

Maurizio Leoni  baritono e voce recitante
Antonio Caggiano  percussioni

ContempoArtEnsemble
Luciano Tristaino  flauto
Carlo Failli  clarinetto
Antonino Siringo  pianoforte e clavicembalo
Duccio Ceccanti  violino
Michele Tazzari  violoncello

Vittorio Ceccanti  direttore


2016 Birds Nymphs 01

Birds & Nymphs vuole rappresentare in modo ironico e dissacratorio i due temi di questo concerto: la pazzia e l’incomunicabilità. La pazzia di un re come segno del degrado del potere, molto spesso maschile, è espressa nel monodramma Eight Songs for a Mad King di Peter Maxwell Davies, uno dei più grandi compositori del XX secolo, per un baritono ed ensemble strumentale: una stravagante, conturbante, straziante rappresentazione della pazzia mostra una vocalità estremizzata, in cui la voce del baritono, che si muove su un’estensione di cinque ottave, tocca tutti i registri vocali possibili, dalla voce grave maschile a quella acuta femminile, passando per una molteplicità di suoni compresa l’imitazione del canto degli uccelli.
till I end my song di Nicola Sani, al contrario del pezzo di Maxwell Davies, è un brano drammatico, ispirato a La terra desolata di T.S. Eliot, scrittore ed intellettuale legato al Modernismo, movimento che rivoluzionò e trasformò tutte le arti, raccontando in modo preciso la crisi dei valori e la follia di una società che portò alla tragedia della Prima Guerra Mondiale. Attraverso la ricerca di una sintesi tra le suggestioni letterarie e l’orizzonte sonoro, Sani esprime la solitudine e lo smarrimento di una società che ha perso ogni punto di riferimento culturale e politico: la percussione taglia spazi netti e definisce densità spaziali, non ritmiche ma timbriche e apre squarci sonori in cui si inseriscono vorticosamente gli strumenti, in una sorta di dialogo impossibile e frammentario. Anche questi ultimi dilatano il loro spazio timbrico, trasformando il suono in materia che cola. Nelle parole del compositore: “Le ninfe se ne sono andate...uno spazio liquido scorre intorno a noi, in cui distinguiamo forme che si dilatano nel tempo. Sembrano oggetti sfuocati, permeati da una materia contaminante. è rottame che danza....”.

direzione artistica Antonio Caggiano

Info e prenotazioni

SPE - BIGLIETTERIA
+39 0583 971125
biglietteria@delloscompiglio.org


ASSOCIAZIONE CULTURALE
DELLO SCOMPIGLIO
+39 0583 971475
info.ac@delloscompiglio.org

si possono effettuare
prenotazioni telefoniche o via mail


SPE
via di Vorno, 67
55012 Vorno, Capannori (LU)

Cucina Dello Scompiglio

box thumbnails

La Cucina, subito fuori le mura della Tenuta, è sempre aperta prima e dopo gli spettacoli allo SPE per pranzare, fare merenda, prendere l’aperitivo o cenare nei suoi spazi interni ed esterni.


Sono previste riduzioni del 10% 
sul menu alla carta per chi presenta 
il biglietto degli spettacoli.


informazioni e prenotazioni
+39 0583 971473 / +39 338 6118730
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

TENUTA DELLO SCOMPIGLIO 
Cucina +39 0583 971473      Associazione +39 0583 971475      SPE +39 0583 971125
via di Vorno 67   55012 Vorno, Capannori (LU)

©2019 - Privacy e Cookie Policy