logovert

Find in the website

TENUTA DELLO SCOMPIGLIO    DALLE ORE 19.00

Luglio Dello Scompiglio

LETTURE/CONCERTI/PERFORMANCE NELLA CAPPELLA
APERITIVO ALLA CUCINA DELLO SCOMPIGLIO

TUTTI I MARTEDÌ E GIOVEDÌ ALLE ORE 19.00

 


MARTEDÌ 5 LUGLIO - CONCERTO

concerto
Giulia Peri, soprano
Luca Marconato, tiorba e chitarra barocca
arie e canzoni italiane del 600

Il programma di 15 canzoni proposto copre all'incirca un secolo di musica profana italiana, tra la metà del XVI e la metà del XVII. Ai due estremi Orazio Vecchi, modenese, nato nel 1550, e Giacomo Carissimi, nato a Marino (Roma) nel 1605, anno in cui Vecchi moriva.

So ben mi c'ha bon tempo (O. Vecchi)
Dalla porta d'oriente (G. Caccini)
Si dolce è'l tormento (C. Monteverdi)
Matona mia cara (O. di Lasso)
Se l'aura spira (G. Frescobaldi)
Ciaccona in partite variate (A. Piccinini)
Tu ch'hai le penne amore (G. Caccini)
Amor ch'attendi (G. Caccini)
Toccata Arpeggiata (G. Kapsberger)
Amarilli (G. Caccini)
Che dici, che dici amore (G. Carissimi)
Tourdion (anonimo)
Voi partite mio sole (G. Frescobaldi)
Folle è ben che si crede (T. Merula)
Passacaglia della vita (Anonimo)


GIOVEDì 7 LUGLIO - LETTURA

Teatro Della Pioggia
Kaddish di Allen Ginsberg
letto da Maurizio Campani, Eugenio Moltisanti, Stefania Placenti,
Chiara Vesce, Anne Zénour

5 attori leggono in italiano e parzialmente in lingua originale, il testo che Allen Ginsberg scrisse per sua madre, morta in un ospedale psichiatrico nel 1956. Questa lettura è una celebrazione, per i lettori e per gli ascoltatori. Nella compassione infinita Ginsberg trova la forza di sollevare la madre "smarrita", di prenderla in braccio insieme a tutti i fatti della sua vita, che potrebbe sembrare squallida o addirittura atroce, e di riportarla in mezzo a noi, parte del "beatifico fatto umano".
Un grande tavolo, dei fiori, qualche candela per chiamare il silenzio e il raccoglimento in una sorta di piccola cerimonia domestica.

Allen Ginsberg (Newark 1926, NewYork 1997) scrisse "Kaddish" per sua madre, Naomi Ginsberg, morta in un ospedale psichiatrico nel 1956.
Il Kaddish è un'antica preghiera ebraica che viene recitata nelle sinagoghe alla fine delle preghiere, e ha cinque forme, delle quali una per i funerali e una per il lutto.


MARTEDÌ 12 LUGLIO - LETTURA

Serena Gatti
Eros e letteratura, un assaggio.
lettura di brani di letteratura erotica scelti e interpretati da Serena Gatti
testi di Pablo Neruda, Saffo, Lirici Greci, Patricia Valduga, Paul Verlaine, Anais Nin

Rafael Alberti  "Amaranta"
Alceo  "Frammenti"
Apollinaire  "Fantasticheria sul tuo arrivo"
Archiloco "Frammenti"
Baudelaire "I gioielli", "A colei che è troppo gaia", " Le promesse di un volto"
Catullo "Frammenti"
D'Annunzio "Mia crudele amica", "Argentea"
De Andrade "Era un mattino di settembre", "Senza che lo chiedessi", "Soave bocca errante"
Marziale "A Catulla", "Fillide"
Paz "Toccare"
Prevert "Alicante"
Neruda "Il condor", "Donna completa", "Morena", "Bella", "Nuda sei semplice", "Amo il pezzo di terra che sei", "E' come una marea", "Lasciami sciolte le mani", "In te la terra",  "Ho fame della tua bocca"
Ana Rossetti "Dei pubi angelici", "Divagare", "Inconfessabile"
Saffo "Frammenti"
Salinas "Quanto ti lasci pensare"
Valduga "Frammenti" tratti da "Le cento quartine"
Verlaine "Appuntamento", "Ouverture", "Biglietto a Lily"


GIOVEDì 14 LUGLIO - CONCERTO

Francesca Breschi
Il Canto segreto degli Alberi
Francesca Breschi: voce , harmonium indiano , tamburo a cornice

"Gli alberi del Mahalain si trovano nel profondo delle giungle più fitte e si sostengono l'un l'altro in un forte abbraccio. Si avvinghiano e si abbarbicano tenacemente. La corteccia del Mahalain è nota per la sua forza: i nostri antenati andavano a cercarla nel profondo della giungla per costruire case. Si dice che una casa ben costruita con la corteccia del Mahalain può durare cent'anni"(testo Hindi tratto da "La vita notturna degli alberi", Salani Ed., adattamento e rielaborazione di Gita Wolf e Sirish Rao)

Questa citazione ci rimanda a un luogo della memoria quando la vita degli uomini era legata indissolubilmente a quella della natura che la circondava, in un mutuo e reciproco sostegno e attenzione.
Da questo pensiero prende ispirazione il programma nel quale la voce si rende tramite, attraverso i secoli, per raccontare storie di uomini che, dal mondo antico a quello rurale fino ad oggi, intrecciano le proprie radici per costruire case centenarie...
Il programma si snoda fra canti della tradizione orale italiana ed estera, musica antica e nuove musiche ispirate a questi repertori.

--
MARTEDÌ 19 LUGLIO - PERFORMANCE

Leele
Butta la bomba bel musin
Katia Frese voce recitante, sperimentazione sonora, oggetti surreali
Ilaria Savini canto, sperimentazione sonora, presenze surreali

La risposta ironica che tinge di assurdo le esagerate ormai banali e comuni risposte del reale.
Un invito sopra le righe ad andare un po' dentro le righe. L'abbiamo pensata così una lettura che è una rilettura de " la misteriosa scomparsa della signorina W ".
Il comico, sferzante, dolente testo di Stefano Benni che racconta di V semplice e di W doppio, una parte che cerca il suo tutto. Un individuo, una donna, la signorina V, che perde i cinque sensi via via che la vita perde il suo senso. Gli abbandoni, le perdite, il senso opprimente di mancanza incombono su di lei lasciandola nervosa e vibrante a combattere con i repentini cambi d'umore. Nel gioco espressivo, in cui non mancano brividi di gelida consapevolezza, l'ironia mitiga il sentore di perdita che aleggia nel testo. . La parola agile, dissacrante, feroce è restituita attraverso un tandem girotondo tra voce e canto. Come una funambula nel circo della vita la protagonista salta sul trapezio.
Senza rete, senza bugie, riuscendo alla fine anche a portarci da bere.. " Allora io portai da bere a tutti. Sei una bambina molto coraggiosa, mi dissero...( e al canto.. butta la bomba bel musin, strappa la miccia coi dentin )...mi sporsi sull'orlo del cratere e dissi: " ... "


GIOVEDì 21 LUGLIO
Marialucia Carones
Storie e racconti di Vorno e dintorni fra gli anni 40 e 60
Marialucia Carones in conversazione con Luigi Celli e Lando Decanini

Attraverso la voce di due amici nati a Vorno e grazie ai loro racconti e aneddoti scopriremo insieme le storie contadine del pre e dopo guerra.


MARTEDì 26 LUGLIO - CONCERTO
Edoardo Pieri
Recital di chitarra classica
Edoardo Pieri, chitarra classica
Musiche di Brouwer, Tansman, Paganini

L. Brouwer:
"Canticum"
"La Espiral Eterna"

A. Tansman:
"Trois pieces pour guitarre"
1. Canzonetta; 2. Alla Polacca; 3. Berceuse d'Oriente

L. Brouwer:
"Parabola"
"Tarantos"

N. Paganini:
"Gran Sonata per chitarra sola m.s.3"
1. Allegro risoluto; 2. Romanza; 3. Andantino Variato


GIOVEDì 28 LUGLIO - PERFORMANCE

Co.blu
ex-sistere - alterità del vino
Alessandro Certini danza, voce, sonorità
testo Bruno Gaudieri
Collaborazione scena: Tiziana Draghi
Produzione: Company Blu

Giocato su un canovaccio a tratti duttile ed ironico, in un dialogo tra danza, testo e musica, questo breve spettacolo propone allo spettatore un percorso di conoscenza sul vino, sulle sue "qualità intrinseche", vero e proprio trait d'union tra natura e cultura, tra passioni e socialità.
"Qualcuno ha varcato furtivamente la soglia dell'inconscio; un ladro nella notte dei tempi ha rubato l'innocenza dello stato di natura costringendoci a uscire fuori, ad apparire, ad esistere; ex-sistere è levarsi fuori, essere nel tempo e nella realtà, alla perenne ricerca di quel presunto paradiso perduto". (B.G.)


Informazioni: costo ingresso con aperitivo: euro 10,00 - sono consigliate calzature sportive - non sono ammessi cani

Tenuta Dello Scompiglio   via di Vorno 67/B 55012 Vorno, Capannori (LU) ©2018 - Privacy e Cookie Policy
Cucina +39 0583 971473   Associazione +39 0583 971475   SPE +39 0583 971125